Polonia: una breve guida commerciale al mercato

DIMENSIONI DELL’ECONOMIA

L’economia polacca è la 6° più grande d’Europa con un PIL (prodotto interno lordo) che è arrivato a oltre $ 500 miliardi.

[Fonte: OECD]

La Polonia è il 7° mercato di destinazione dell’export Italiano.

[Fonte: MISE]

Il mercato polacco è uno dei più grandi mercati di consumatori d’Europa con una popolazione di 38 milioni di persone di cui circa il 60% vive in aeree urbane.

Con un reddito procapite di $29.500 (PPP), la Polonia si posiziona 69° posto nella graduatoria mondiale (l’Italia è al 50° posto).

[Fonte: CIA]

Fra i paesi in via di sviluppo, l’economia polacca è una delle più dinamiche ed è anche una delle più stabili, dal punto di vista della crescita che ha registrato negli ultimi anni.

[un Export Manager competente può guidarti nella scelta dei mercati più adatti alla tua azienda]

LE CATEGORIE DI PRODOTTO PIU’ ESPORTATE

Nel 2018 l’Italia ha esportato in Polonia circa €13,5 miliardi di beni crescendo di quasi il 6% rispetto al 2017.

[Fonte: MISE]

Le categorie merceologiche maggiormente esportate nel 2018 sono state:

la Meccanica strumentale (oltre €3 miliardi, quasi il 3% di aumento rispetto al 2017);

Metalli (quasi €2 miliardi, circa il 9,5% di aumento rispetto al 2017);

Mezzi di trasporto (poco più di €1,5 miliardi, oltre il 12% din più rispetto al 2017);

gli Apparecchi elettrici (oltre €1 miliardo, quasi +10,5% rispetto al 2017);

Gomma e plastica (più di €1 miliardo, quasi l’8% in più rispetto al 2017);

la Chimica (oltre €1 miliardo, quasi +12% rispetto al 2017);

il Tessile e l’Abbigliamento (poco sotto €1 miliardo, +8,5% rispetto al 2017).

[Fonte dati: elaborazione su dati ISTAT]

Oltre a queste categorie di prodotto ce ne sono altre che stanno registrando dinamiche positive.

Per verificare se il tuo prodotto rientra fra quelli che crescono, leggi il post Statistiche Export guida rapida in 3 passi

SETTORI PIU’ DINAMICI E ATTRATTIVI

Settori più attrattivi – anno 2018

[Fonte: scheda paese SACE]

STRATEGIE DI ENTRATA NEL MERCATO

La popolazione polacca è molto sparpagliata nel territorio.

il 25% vive in aree rurali e gli abitanti delle città si trovano comunque sparsi in più centri urbani.

Li trovi maggiormente concentrati a Varsavia (Warsawia) e Lodz nel centro del paese, a Cracovia a sud, a Breslavia (Wroclaw) e Poznan a ovest, a Danzica (Gdansk) e Stettino (Szczecin) a nord, a Lublino (Lublin) nel sudovest.

I consumatori che risiedono nelle città hanno un potere di acquisto molto più elevato rispetto a quelli che vivono nelle aree rurali.

Il contatto personale con i clienti è spesso un fattore importante e le decisioni finali di acquisto richiedono incontri faccia a faccia.

Nel mercato polacco è spesso necessaria un presenza nel paese attraverso agenti, distributori e un ufficio di rappresentanza diretto dell’azienda.

La scelta di un canale commerciale specifico dipende dalla tua azienda, dal tuo prodotto, dalla capacità di investimento che hai e dagli obiettivi che ti poni.

[per conoscere meglio le caratteristiche dei mercati e formulare una strategia d’ingresso adeguata, leggi il post Come fare ricerche di mercato per esportare]

Ogni strategia di entrata presenta vantaggi, svantaggi, un diverso profilo di rischio e un maggiore o minore grado di controllo sulle leve di marketing.

Tieni presente che nonostante il numero di persone che parlano inglese sia in crescita, comunicare in polacco può essere vantaggioso per ottenere risposte rapide.

Le comunicazioni via e-mail sono ben accettate e rappresentano un modo efficace per raggiungere i buyer locali.

PRINCIPALI SFIDE PER GLI ESPORTATORI ITALIANI

Il prezzo è un fattore critico nel posizionare il tuo prodotto in Polonia.

I polacchi spesso prendono decisioni di acquisto basandosi solo sul prezzo.

Quindi la ricerca del giusto posizionamento di prezzo può rappresentare una vera sfida per la tua azienda.

Considera inoltre che

per molte aziende polacche l’accesso al capitale resta difficoltoso e quindi gli acquisti vengono autofinanziati.

Se puoi offrire dilazioni di pagamento, o comunque offrire soluzioni creative in tal senso, avrai sicuramente un vantaggio rispetto ai tuoi concorrenti.

Può essere quindi una buona idea quella di farti supportare da istituti di finanza agevolata specializzati nel supporto alla concessione del credito all’estero.

ALTRE INFORMAZIONI UTILI

La Polonia è aperta a ricevere investimenti esteri.

Molto del suo recente sviluppo, infatti, è stato determinato proprio dall’aver creato condizioni favorevoli per le aziende che volevano insediarsi nel paese.

La World Bank colloca la Polonia in 33° posizione a livello mondiale (considera che l’Italia è al 51° posto).

Per essere un’economia in via di sviluppo, questo posizionamento è da considerarsi ottimo.

Fai comunque attenzione alle differenze regionali che, in per alcune aree, possono essere rilevanti.

La World Bank infatti, mette a disposizione un’analisi che mette in luce tali differenze e assegna un posizionamento specifico a ogni sotto-area.

***

Soprattuto se per il tuo prodotto la dinamica di esportazione è stata positiva negli ultimi 3-5 anni, vale la pena includere la Polonia all’interno del tuo progetto export.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top